Display flessibili Samsung e LG

1.175 visite

display flessibile

Samsung e LG hanno presentato nella giornata di ieri l’inizio della produzione di massa per i loro display flessibili. E se LG non ha per il momento confermato quando sarà possibile vedere il primo smartphone dotato di questa tecnologia, Samsung fa subito le cose in grande e annuncia che lancerà il un dispositivo con display flessibile entro pochi giorni, confermando quindi le indiscrezioni della vigilia.

E naturalmente è subito scattato il confronto tra i display flessibili Samsung e LG che per il momento, almeno sulla carta, decretano vincitore la prima soluzione. Il display flessibile Samsung ha una diagonale di 5.7 pollici ed è spesso appena 0.12 millimetri. Il peso è di 5.2 grammi, mentre il raggio di curvatura, ovvero quanto è possibile piegare lo schermo prima di rompersi, è di 400 millimetri.

Dall’altra parte, LG offre un display dalla diagonale più grande, 6 pollici, ma perde il confronto per tutto il resto. Lo spessore è pari a 0.44 millimetri, per un peso che raggiunge i 7.2 grammi. Il raggio di curvatura è di 700 millimetri, dettaglio che lo rende meno flessibile rispetto la soluzione concorrente.

Entrambi i display condividono una costruzione in plastica, al posto del classico vetro, studiata per proteggere meglio la tecnologia OLED e soprattutto per renderli praticamente indistruttibili. Samsung dovrebbe presentare a breve il Galaxy Round e una edizione limitata del Galaxy Note 3, come primi esponenti della nuova tecnologia. LG potrebbe invece farsi aspettare fino al mese di novembre.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *